Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘telefonare’

Smartphone e sicurezza stradale

Mi sono già interessato in passato di sicurezza in auto e anche oggi voglio parlarvene postandovi un video tratto dalla campagna del Ministero dei Trasporti francese contro l’uso dello smartphone mentre si è alla guida di un veicolo.

smartphone alla guidaSe appena qualche anno fa l’unico problema era rappresentato dalla distrazione di guidare l’auto con una mano mentre l’altra era impegnata in una chiamata al telefono, ora con la multimedialità così spinta dei nuovi cellulari e la loro impronta social, il problema si è ulteriormente aggravato.

In altri paesi si è arrivati a coniare l’acronimo FOMO che sta per Fear of missing out, ossia la paura di essere esclusi che porta spesso ad atteggiamenti compulsivi che portano a continue sbirciatine al cellulare la privazione delle quali può dare addirittura segnali da crisi di astinenza. Una ricerca americana ha altresì dimostrato che un utente medio guarda lo smartphone circa 150 volte al giorno, ossia ogni 6 minuti, per cui immaginiamo cosa voglia significare un viaggio in auto di un paio d’ore ad esempio.

Il continuo <<bip bip>> di notifica di programmi social o di messaggistica (Facebook, Whatsapp, Viber, Wechat, ecc.) ci distrae continuamente da quello che stiamo facendo e se siamo alla guida il pericolo è dietro l’angolo. Quando si cede alla lettura o addirittura alla scrittura di un messaggio senza fermarsi, si distrae lo sguardo dalla strada per almeno 5 secondi nei quali può succedere di tutto.

La campagna di sensibilizzazione francese mette alla luce senza mezzi termini questo pericolo e sottolinea (lo vedrete!) quel momento di terrore quando ci si accorge che ormai è troppo tardi per evitare un incidente.

Buona visione e mi raccomando attenzione che moglie, fidanzata, amici, possono aspettare.

Meditate gente…meditate

http://video.corriere.it/francia-campagne-choc-contro-l-uso-smartphone-volante/b0fda70e-3bc1-11e3-ac98-5d5614d1875c

http://video.corriere.it/francia-campagne-choc-contro-l-uso-smartphone-volante/b0fda70e-3bc1-11e3-ac98-5d5614d1875c

Annunci

Quelle fastidiose telefonate

Probabilmente molti di voi non se ne stupiranno ma uno studio dell’Università di San DIego, California, pubblicato recentemente sulla rivista scientifica Plos One, ha dimostrato che uno dei rumori di fondo che più penalizzano la nostra concentrazione è quella di una persona di fianco a noi che parla al telefono.

telefonate che disturbanoSecondo lo studio americano questo tipo di conversazione, detta “ad una via” (in quanto ascoltiamo la parte di un solo interlocutore) disturberebbe la nostra capacità di concentrarci più del rumore del traffico o di quello di treni in corsa, e stranamente anche più di un’animata conversazione tra due persone.

Lo studio, infatti, è stato effettuato su 150 studenti universitari divisi in due gruppi  intenti nella lettura e comprensione di un testo. Al primo gruppo è stata affiancata una coppia di persone che chiacchieravano tra di loro e al secondo una persona che parlava al cellulare.

Successivamente i due gruppi sono stati sottoposti ad un questionario riguardante il testo (sempre continuando ad essere disturbati)  e si è realizzato che il secondo gruppo (quello della telefonata col cellulare) aveva molte più difficoltà nel rispondere alle domande rispetto al primo, mostrandosi molto più distratto.

Ancora non sono chiare le motivazioni profonde del comportamente della nostra mente di fironte a queste sollecitazioni sebbene a mio modesto parere immagino che di fronte ad una conversazione “ad una via”, sentendo solo una parte del discorso il nostro cervello resta impegnato a cercare di ricostruire anche la parte che non riesce a sentire.

Insomma, con tutto il rispetto per gli scienziati statunitensi, un po’ una scoperta dell’acqua calda.

Ad ogni modo questo sta ad ulteriore dimostrazione di come il nostro lavoro, ad esempio, sia molto  condizionato dall’ambiente dove è svolto e come il rumore possa comprometterne la qualità.

Rifornisciti di telefonate

Oggi un post che sa un po’ di pubblicità ma che voglio fare perchè in tempi di crisi può essere una buona iniziativa.

Se in tasca, tra tasse e spese di casa, vi sono rimasti 40€ e nello stesso tempo siete a corto di carburante, allora avete gli ingredienti giusti per approfittare della nuova promozione delle stazioni di servizio Shell.

shell e treFino al 15 marzo con un rifornimento minimo di 40€ di gasolio o benzina si riceve un buono per ritirare una USIM 3 con 40€ di traffico inclusi. Quest’ultimo diventa di 80€ se si fa un rifornimento dello stesso importo ma di V-Power o V-Power Diesel. Per usufuire dell’iniziativa bisogna inoltre presentare la proprio carta Shell Club Smart (rilasciata gratuitamente).

Io, inizialmente scettico per l’onnipresente asterisco e la conseguente scritta a caratteri microscopici sull locandina, ho deciso di provare di persona e mi sono recato a fare gasolio alla mia macchinina. Ovviamente ho voluto abbondare e messi 40€ e 50cent di carburante mi sono fiondato a pagare. Tutto come da copione e il gestore mi consegna un buono da consegnare in uno Store della 3.

Finalmente allora riesco a leggere meglio come funziona la questione del credito regalato recandomi in un negozio 3 che mi ha sostanzialmente consegnato una nuova scheda (nuovo numero quindi!). Basta presentare il buono del gestore, carta d’identità e codice fiscale e il gioco é fatto. Il numero è attivo da subito e ogni mese ti vengono accreditati 5€ (o 10 a seconda del tipo di carburante che si è fatto) per 8 mesi dall’attivazione della scheda. La tariffa è 3Power10 che permette di parlare a 10cent al secondo senza scatto alla risposta, il credito bonus invece è da consumare nel mese solare di erogazione. Inoltre, come tutte le schede 3, per poterle utilizzare c’è bisogno di un telefono con tecnologia UMTS (3G).

Insomma, in tempo di crisi mi sembra un’idea alquato interessante.

Per ulteriori informazioni vi rimando qui al sito della Shell.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: