Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘samsung’

La ricarica senza fili di Samsung

Già da qualche tempo abbiamo sentito parlare della ricarica wireless ossia la possibilità di poter caricare il proprio smartphone (ma non solo) senza connettervi nessun cavo ma semplicemente appoggiandolo ad un’apposita base.

wirelessI più curiosi si chiederanno com’è possibile una cosa del genere. Ebbene è possibile grazie all’induzione che sfrutta i campi elettromagnetici diffusi da una base per ricaricare la batteria. Se inizialmente la Nokia (prima a sfruttare questa tecnologia nei propri telefoni) l’abbia spacciata per una tecnologia quasi rivoluzionaria, a distanza di un anno circa ormai  l’idea non sembra aver riscontrato particolare successo. Complice probabilmente anche il fatto che il tutto necessita ovviamente di una presa di corrente dove collegare la base e che il telefono (quello compatibile o con apposita cover) si trovi appoggiato sulla base per tutto il tempo di ricarica.

La vera “rivoluzione” potrebbe arrivare questa volta da Samsung che sembra aver investito nella ricarica wireless ma pensando di sfruttare la risonanza magnetica. Sebbene non ci siano fonti ufficiali che lo confermino, la casa sudcoreana ha investito ben 4 milioni di dollari nella Power by Proxi, un’azienda neozelandese che si occupa di tecnologie basate sulla risonanza magnetica.

Questa tecnologia probabilmente segnerebbe una vera svolta visto che si potrebbe ricaricare il proprio device anche a distanza dalla base, per cui senza appoggiarlo, permettendo così ad ognuno di continuare a svolgere le proprie attività (magari comodamente sul divano mentre la base è sul tavolo) in piena libertà.

Per ora sono solo dei rumors e vedremo se la già dal prossimo anno ci saranno dispositivi dotati di questa tecnologia, per ora dovremo ancora srotolare fili.

Galaxy S4 è finalmente realtà

E il vecchio lascia il posto al nuovo: mica tanto vecchio poi. Quando ancora il Samsung Galaxy S3 non ha compiuto un anno ecco che la casa coreana spunta con il suo nuovo gioiello, il Galaxy S4.

galaxy s4Presentato ieri sera (mezzanotte per noi) a New York con una festa per il pubblico in Time Square e una  conferenza per la stampa al Radio Music City Hall, è il massimo che si possa desiderare in fatto di tecnologia mobile.

Più che una vera rivoluzione di tratta di un’evoluzione rispetto al suo predecessore del quale riprende le forme. Più grande nello schermo e nella risoluzione (5 pollici Full Hd contro il 4.8 pollici Hd dell’S3) porta con se una serie di novità in parte già viste in alcuni smart tv della casa coreana.

Iniziamo con le caratteristiche fisiche e  hardware però. Il GalaxyS4 monta due processori diversi a seconda del mercato, 1,9 GHz quad-core oppure 1.6 GHz octa-core, due fotocamere da 13 e 2 Megapixel, memoria da 16,32,64 Gb e 2 Gb di RAM. Ha uno spessore di 7,9 mm, un peso di 130 g  e anche la batteria è degna di nota, ben 2600 mAh, una delle più performanti in circolazione.

Ma è il software a far parlare più di se con caratteristiche proprie di un top di gamma con il più recente Android 4.2.2. Si va dal ricoscimento dello sguardo, con il quale il device mette automaticamente in pausa i video quando si allontanano gli occhi dallo schermo, oppure il poter girare pagine e foto  semplicemente accostando la mano allo schermo senza toccarlo.

Implementata tra l’altro anche la possibilità di effettuare scatti in contemporanea con le due fotocamere e sensori che monitorano dati esterni come temperatura ed umidità. Innovativa anche la traduzione istantanea di qualsiasi testo in 10 lingue diverse (anche italiano!) con il programma S Translator.

Ancora sconoscita la data di uscita in Europa (si parla del secondo trimestre) ma la sfida ad Apple è stata lanciata, non a caso la presentazione al mondo è stata fatta nella Grande Mela.

Ed ora questo weekend riflettete pure pensando a quanto il vostro telefonino appena comprato sia già vecchio. A lunedì!

Tornano le Finestre

Siamo da tempo abituati ad assistere alla lotta tra Samsung e Apple che si traduce spesso, anche in una lotta tra sistemi operativi a bordo dei loro terminali. Se il consolidato iOS di Apple viene scelto per la sua unicità, affidabilità e moltitudine di applicazioni, l’Android installato sulla maggior parte dei terminali in commercio e non solo di Samsung, raccoglie bene la sfida per la sua duttilità data da un ambiente software aperto che lascia ampi spazi di personalizzazione da parte dei produttori.

La sfida tra sistemi operativi non si combatte solo nel campo della telefonia mobile ma anche nel settore sempre più in crescita dei tablet. Proprio in questo settore ha fatto capolino all’IFA 2012 di Berlino (famosa kermesse dedicata alle nuove tecnologie) il nuovo sistema operativo Windows 8 di Microsoft. Un po’ tutti i produttori sembrano puntare sul nuovo sistema operativo che snobbato un po’ sugli smartphone, sembra aver trovato nelle tavolette elettroniche nuova terra di conquista.

Asus con il Taichi e il Vivo Tab, Acer con l’Iconia e la stessa Samsung con l’Ativ Tab, sono alcuni esempi di come i maggiori produttori di tablet abbiano considerato l’OS di Microsoft una valida alternativa ad Android.

Sul piano degli smartphone Windows non ha ancora convinto, facendo crollare le vendite di chi, come Nokia, ci ha puntato tutto fin dall’inizio. Potrebbe essere tempo di riscossa anche sui dispositivi mobili per la casa di Redmond e fa specie che anche Samsung abbia presentato il suo primo smartphone con a bordo Windows 8, ossia l’Ativ S.

Resta da vedere quanto gli utilizzatori di tablet e smartphone ma saanche di computer desktop di abitueranno alla nuova interfaccia affidata ai Live Tiles. Il nuovo sistema operativo sarà disponibile in versione completa (ora è in versione anteprima) dal 26 ottobre prossimo.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: