Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘pazienza’

La beata pazienza

Cito testualmente da Wikipedia: La pazienza è la facoltà umana di rimandare la propria reazione alle avversità, mantenendo nei confronti dello stimolo un atteggiamento neutro. La pazienza è una qualità e un atteggiamento interiore proprio di chi accetta il dolore, le difficoltà, le avversità, le molestie, le controversie, la morte, con animo sereno e con tranquillità, controllando la propria emotività e perseverando nelle azioni.”

Certo la pazienza è proprio una bella cosa, ti permette di andare avanti in questo mondo così complicato, un autocontrollo che spesso ti aiuta nelle situazioni “difficili”. Ma come si suole dire anche la pazienza ha un limite e poi a furia di pazientare si finisce per sbottare. La pazienza tra l’altro  ha dei confini labili, può facilmente sfociare nella rassegnazione, nella sopportazione, nell’inettitudine.

Ultimamente anche io nutro dei dubbi su cosa sia diventata la mia innata pazienza, ma andiamo oltre. Siamo sicuri, pensavo, che sia davvero una virtù a 360°? È sempre la via più saggia pazientare, aspettare, sopportare, o si rischia di diventare passivi, di subire senza reagire? Mi sembra un ottimo spunto di riflessione e spero mi facciate sapere anche voi cosa ne pensate.

Probabilmente in questo paese siamo stati fin troppo pazienti, abbiamo spesso sorvolato nella speranza che tutto fosse fatto al fine di migliorare e di assicurarci un futuro, ma non mi sembra abbiamo ottenuto grossi risultati. D’altronde pensare che il nostro mancato reagire sia stato un atto di pazienza è la versione migliore, quella che almeno ci vede consapevoli del nostro agire, ma mi sa che è prevalso il disinteresse, l’accontentarsi del nostro piccolo orticello senza pensare a quello che stavano combinando. Allora in quante cose dobbiamo avere pazienza: a casa con la moglie/marito, a lavoro col capo, in macchina, col Governo. Quanta riserva avremo ancora di pazienza?

Meditate gente…meditate.

Scrivere è bene, pensare è meglio. L’intelligenza è bene, la pazienza è meglio.

H. Hesse

Annunci

Scioperi a confronto

Ieri guardando le immagini dello sciopero generale pensavo a quelle migliaia di poveri cristi che di questi tempi perdono una giornata di lavoro per far valere e sentire il loro dissenzo. E quindi? Vi chiederete. Mi è venuta in mente un’altra categoria che quanche settimana fa ha scioperato: i calciatori. Ma ce li vedete arrivare in piazza, prendere le bandiere griffate Armani dal bagagliaio dei loro Suv o delle loro Lamborghini e mettersi a gridare (non troppo perchè poi sudano e non possono fare gli allenamenti!) slogan del tipo: “Non ti pago quella tassa, giù le mani dalla barca”?. Per poi andare a casa perchè il loro Rolex gli ha detto che si è fatto tardi e alle 11 hanno appuntamento per il massaggio alla beauty farm.
Eppure senza neanche bisogno di scendere in piazza il tanto contrastato contributo di solidarietà è stato tolto dalla manovra (chissà anche a chi altri non andava giù).
Rimane il fatto che anche chi dovrebbe ringraziare il cielo per quello che guadagna si mette alla stregua di chi tira per arrivare a fine mese e teme per il proprio futuro. Loro il futuro se lo sono già assicurati.
Senza scendere in discussioni da bar, rimane l’amarezza per il gesto e per il fatto che siamo noi i veri responsabili di tutto ciò, noi che contribuiamo con la nostra sete di calcio a tutti i costi. E i vari Sky, Mediaset Premiun e la miriade di sponsor se la ridono. Grazie popolo italiano.

Chi è causa del suo mal pianga se stesso

Meditate gente…meditate.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: