Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘notte’

Buona notte!

Oggi sono d’avvero distrutto. E’ venerdì e si sente. Per me in realtà la settimana non è ancora finita, mi aspetta ancora un’altra notte di lavoro e poi si riparte lunedì con turni più umani.

Non che non mi piaccia lavorare di notte ma è risaputo che il sonno della notte difficilmente si recupera e quindi il risultato è sentirsi perennemente uno straccio (più precisamente una mezza mappina, come si direbbe dalle mie parti!).

Questo poi quando la mattina riesci a dormire, quando invece come oggi hai da fare, allora lo stonamento tocca l’apice e ti aggiri per casa come un ebete, anche se probabilmente mia moglie lo pensa, guardandomi, anche quando non faccio la notte, ma questa è un altra storia.

A questo punto posso solo augurarvi un buon fine settimana e mi auguro da solo una bella dormita rinvigorente…prima o poi.

 

 

 

Annunci

Dolce dormire (e non solo ad aprile)

Negli ultimi anni ho un rapporto un po’ particolare con il sonno. Per lavoro non ho sempre un orario preciso per andare a letto o alzarmi la mattina, e mi ritrovo a dormire a volte quelle 3-4 ore, a svegliarmi alle 3.30 del mattino o andare a letto all’1. Questo quando mi va bene e non lavoro di notte. Due le condizioni in cui sono solito trovarmi:

  • Il tossico:

quando ad occhi aperti sogno e pregusto il momento in cui mi troverò disteso sul letto, magari sotto le coperte al caldo quando fuori è freddo, lasciandomi andare tra le braccia di Morfeo. Peccato che la maggior parte di queste volte sia a lavoro e quasi mi senta come un drogato in crisi di astinenza che darebbe qualsiasi cosa per una dose; si una dose di gustosissimo e inebriante sonno.

  • Lo zombie:

ultimamente poi, con le due bambine piccole, mi ritrovo a vagare per casa come uno zombie, in piena notte, con una delle due in braccio facendo fatica per non andare a sbattere. “Si è svehragghata la graght!” farfuglio a mia moglie, cercando di farle capire qualcosa, ma ci rinuncio quando mi risponde con un secco “eerggh!” e capisco che anche lei, magari con l’altra in braccio, è nella mia stessa condizione.

Dove sono finite le maratone del sonno? Chi si è portato via quelle mattine intere con la tapparella abbassata e tua madre che sussurra a tuo padre: “Shhh! Zitto che sta dormendo.” Mi sembra passato un secolo.

In ogni modo, se vedete che vi osservo, che sembro non capire quello che dite ma annuisco inebetito con le palpebre semi abbassate, sappiatelo, ho una delle mie crisi di sonno.

Sorry!

Un salto nel buio

Oggi leggevo che il 40% degli adulti ha paura del buio, una cifra impressionante per una paura che generalmente si associa ai bambini. Si parla addirittura di una percentuale di questi che  la notte non si alza per andare in bagno o quando i bambini si agitano nell’altra camera solo per paura di affrontare la casa immersa nell’oscurità.

Onestamente anche io da bambino avevo terrore del buio ma con il tempo sono riuscito a vincerla da solo fino ad apprezzare di ascoltre musica o vedermi un bel film horror da solo al buio. E a proposito di film horror, non a caso non tramontano mai le scena del tipo: la protagonista che ha timore ad  entrare in una stanza buia; la luce che d’improvviso si spegne e una voce che sussurra da qualche parte; il bambino sotto le coperte che guarda le inquietanti ombre proiettate da una flebile luce. Potrei continuare all’infinito dimostrandovi che chiunque di noi, pur non arrivando ad averne propriamente paura, ha sempre un timore forse ancestrale per l’oscurità. Sarà probabilmente qualcosa legato all’ignoto, alla paura di affrontare situazioni nelle quali non abbiamo il controllo della situazione, a la sensazione che possa accadere qualcosa d’inaspettato.

Ma perchè pensare solo al buio che ci fa paura? Pensiamo al buio che ci accompagna dolcemente tra le braccia di Morfeo; al sottile brivido del buio nel poker; a chi assapora il suo bicchiere di Buio (un vino sardo) comodamente seduto in poltrona; all’intrigo persavaso di speranza e alla sorpresa di un appuntamento al buio.

La notta è ormai arrivata e vi auguro che il buio possa serenamente esservi amico fino al nuovo giorno. Buona notte a tutti!

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: