Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘natale’

#A lucky man

Stasera volevo scrivere un po’, qualcosa di leggero, giusto per distrarmi un po’ prima del termine di questa lunga giornata.

Poi però accendo la tv e scopro che c’è stato un altro attentato di matrice terroristica questa volta  a Berlino: un camion si precipita sulla folla intenta a fare compere in un mercatino di Natale. Bilancio provvisorio 9 morti e almeno 50 feriti.

Di nuovo l’orrore entra nelle nostre case. E dire che solo poche ore fa alla radio avevo appreso dell’uccisione in Turchia dell’ambasciatore Russo per mano di un esaltato al grido di: “Noi moriamo ad Aleppo , tu muori qui“.

Insomma orrore su orrore che si somma a quello che, diciamoci la verità, tra un centro commerciale e un pensierino di Natale, facciamo finta di non vedere: le assurdità di una guerra in Medioriente che sta facendo metastasi ormai anche in Europa.

Certo è strano come fatti del genere ci facciano come ritornare il senno e renderci conto di quello che accade ogni giorno moltiplicato per cento, ad esempio in Siria.

CHE ORRORE!

guerraE non voglio certo fare il moralista quando anche io ammetto la colpa di voltare lo sguardo di fronte a tante atrocità, per non rendermi ancora conto di quanto è piccolo l’uomo, quanto ognuno di noi, fortunati, preferisca continuare a vivere tranquillamente, senza neppure approfondire. Nessuno vuole rischiare di sprofondare nell’angoscia e portare il gravoso fardello della consapevolezza. E’ Natale, bisogna festeggiare.

E allora con un po’ di tristezza preferisco chiudere qui, senza avere una soluzione a tutto questo, senza voler propinare consigli o sparare sentenze.

Ed anche io, ritorno alla mia quotidianità, vivendo tutto come un semplice spettatore di un film dell’orrore, sentendomi forse un po’ più fortunato nel dover pensare solo ai regali di Natale.

Forse anche io, nel mio  piccolo…colpevole.

Meditate gente…meditate.

 

Ricordi di Natale

Quanti ricordi legati al mio vecchio albero di Natale. Si sa che forse i ricordi più belli al riguardo sono legati all’infanzia e anche per me è così.
Forse non tanto per i regali ma quanto per l’attesa che arrivasse quel tanto agognato giorno. Ricordo che già da inizio del mese di dicembre (avrò avuto 8-9 anni) mettevo la letterina di Natale sul comodino ogni volta che andavo a dormire, anche di pomeriggio.
Era tanto lo spirito del Natale che pensavo che ogni momento fosse buono per far si che Babbo Natale esaudisse i miei desideri di bambino.

Ricordo le sere passate al buio nella mia stanzetta illuminata solo dalle lucine dell’albero e del presepe. Purtroppo quello ormai non c’è più e mi rimane solo il ricordo di quando insieme ai pastori mio padre vi trovava sopra anche qualche soldatino e qualche carroarmato.

Passavo ora ad assaporare quella magia e a fantasticare chissà cosa, accompagnato dal rumore di una serie di luci che, sull’albero, ad ogni intermitteza sembrava fregolare come se stesse per rompersi da un momento all’altro. Erano momenti semplici vissuti con eutusiasmo, quando invece di una sola notte era tutto il mese ad essere speciale.

Ora tutto è diverso, anche il mio albero sembra invecchiato e tra palline e luci colorate pare mancare qualcosa. Ma forse a mancare ormai è qualcosa dentro di me mentre anche intorno a me tutto appare diverso. Certo sono anche cambiati gli attori che rendevano speciali quei natali, anche loro schiacciati sotto il peso degli anni e dei problemi.

Vorrei solo per una volta rivivere quei momenti, quelle sere da bambino passate a giocare a carte e a tombola con i sassolini della spiaggia a coprire i numeri.
Non resta che sperare nel futuro, quando magari qualche altro bambino in giro per casa possa risvegliare col suo entusiasmo quella magia del Natale che forse aspetta solo il momento giusto per ritornare.

Buon Natale a tutti!

image

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: