Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘libri’

Neanche con un morso all’orecchio

Senza stare qui a parlarvi della mia assenza dal blog, vi vorrei invece parlare del libro che ho da poco finito di leggere. Questa volta non l’ho scelto io ma mi è stato regalato da chi pensava che per il tema trattato mi sarebbe piaciuto: e aveva ragione.

Si tratta del libro di Flavio Insinna, noto attore e conduttore tv, “Neanche con un morso all’orecchio” edito da Mondadori, racconto autobiografico e intimista del rapporto dell’artista (o meglio artigiano, come ama definirsi) con il padre.

La narrazione entra subito nel vivo con il ricovero in ospedale dell’anziano padre  già affetto da tempo da una grave malattia, e prosegue attraverso il racconto delle settimane che lo accompagnano verso la scomparsa del genitore.

La prosa è agile, snella, mai pesante, aiutata anche dal fatto di essere strutturata in piccoli capitoli dove l’autore, intervallando  momenti di presente narrativo ad aneddoti passati, si mette a nudo completamente in un discorso intimo e personale spesso rivolto direttamente al padre.

Insinna si racconta come uomo e soprattutto come figlio, con tutte le sue fragilità e insicurezze mostrandoci a pieno il suo attaccamento alla famiglia, il branco, come più volte la definisce, che d’un tratto vacilla sotto i colpi della consapevolezza di stare perdendo il capobranco. Flavio si scopre ancora bisognoso della sua figura di riferimento, sentendosi quasi inadeguato ad affrontare la vita (all’alba dei 50 anni) sapendo che lui non ci sarà più.

È il racconto di una persona normale, fatto dall’Insinna uomo e non artista, che ci fa scoprire il lato umano e intimo di un attore del quale ci è sempre stato mostrato il lato ironico, l’Insinna carabiniere in Don Matteo o alle prese con i pacchi su Rai Uno.

Pur non mancando aneddoti che l’autore ricorda col sorriso la trattazione è spesso toccante, malinconica, a volte rabbiosa. Un libro toccante e profondo che mi ha fatto rivalutare l’artista ma soprattutto l’uomo Flavio Insinna.

Un libro per chi non ha paura di farsi scendere una lacrimuccia, come non ha avuto paura Insinna di mettere nero su bianco, senza mezzi termini, tutto il suo amore per il padre e per la famiglia.

Ora vi tocca solo leggerlo per scoprire a cosa si riferisce il titolo. Se vi piace il genere non butterete via i vostri soldi. Buona lettura.

Annunci

Qualche pagina

Come solo i più affezionati avranno notato, è  poco più di una settimana che non scrivo più così assiduamente. Un motivo c’è: ho deciso di impegnare il mio poco tempo libero ritrovando un altro mio piacevole passatempo che avevo un po’ trascurato per dedicarmi al blog, la lettura.  Visto, appunto, che il tempo libero scarseggia, mi sono accorto che quel libro che ho sempre lì sul comodino ci stava restando ormai da po’ troppo tempo. Non sono mai stato un divora libri ma ho sempre preferito gustarmeli un po’ alla volta, in modo costante, per cui ad un certo punto ho iniziato a sentirne la mancanza e ho ricominciato a leggerlo. Infondo leggere è un piacere che può accompagnarti dappertutto, che ti stimola e ti fa rimanere attivo, dove ad ogni pagina devi immaginarti la scena, i personaggi, l’ambientazione, non come in tv dove tutto ti viene servito bello e pronto. Ciononostante secondo i dati Istat riferiti al 2010, in media solo il 50% della popolazione sopra i sei anni (dal 57,9 del Trentino Alto-Adige al 31,4 della Basilicata) dichiara di aver letto almeno un libro nell’ultimo anno. Oltretutto, se non si è troppo viziati e si ha voglia di sperimentare, si può leggere anche con poco acquistando, ad esempio, da internet, dove spesso si trovano libri con sconti fino al 70%. Quindi, visto che a tal proposito ne ho ordinati quattro per la modica cifra di undici euro spese comprese, vado a leggere qualche pagina prima di andare a letto.

Buona notte!

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: