Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘laureati’

Il grande calderone

Guardandomi un po’ in torno  e buttando un po’  l’orecchio qua e la, ho fatto una riflessione: qualche decennio fa, diciamo pure mezzo secolo fa, il lavoro di una persona ne rispecchiava spesso il suo grado culturale, che si rifletteva anche su quello che le sentivi dire. Mi spiego meglio: se andavo in campagna a comprarmi l’ovetto fresco, sentivo parlare il contadino solo di terra, di animali, del tempo della semina; se andavo in un bar facevo quattro chiacchiere col cameriere sul calcio, su qualche gossip locale, e potevo pensare che facesse quel mestiere semplicemente perchè non aveva voglia, magari, di studiare; guardavi per strada due carabinieri e pensavi che forse avevano trovato nell’arma una facile soluzione a una vita di stenti.

Oggi tutto è ormai cambiato: il contadino magari è laureato in agraria o scienze zootecniche o dopo la laurea ha deciso di mettersi in proprio sfruttando fondi europei; il cameriere è studente universitario che lavora per pagarsi gli studi o ha tanto di curricula alberghiero e tra una bibita e un caffè ti infila anche un aforisma di un filosofo greco; il carabiniere per strada ha studiato in accademia decine di materie e segue continui corsi di aggiornamento. Insomma c’è qualcosa di sicuro che è cambiato, ma come leggere il cambiamento? Prima il laureato, il letterato, lo studioso, era nei salotti buoni a discutere di politica e letteratura, era nei principali centri culturali o negli ospedali, nei tribunali, in cattedra e a chi non aveva studiato erano riservati impieghi più modesti. Ora si è finiti tutti in un grande calderone, e se è vero come è vero che molte professioni considerate umili sono state nobilitate dalla tecnologia e dallo studio di chi li esercita, è anche vero che molti laureati servono ai tavolini o sono al telefono in un call center, quando gli va bene e non per loro scelta.

Risvolto positivo è che possiamo attardarci al bar a parlare di Nietzsche col cameriere, di nanotecnologie con il ragazzo del call center e discutere di tesi di laurea con il fruttivendolo di fronte.

Tempi che cambiano e che Dio ce la mandi buona.

Meditate gente…meditate.

Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: