Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘india’

Vestiamoci di lusso

Quante volte, specialmente voi donne, siete rimaste decine di minuti in piedi davanti all’armadio pronunciando la fatidica frase: “E adesso cosa mi metto?”. Non parliamo poi se dovete scegliere cosa indossare per un’occasione importante.

Ebbene un certo Pankaj Parakh, magnate del settore tessile in India, ci ha messo poco a decidere cosa indossare per il suo 45esimo compleanno e si è fatto fare su misura un indumento molto particolare: una camicia interamente d’oro del valore di ben 170.000 euro.

camicia d'oroSe pensavate che la vostra sgargiante camicia a fiori dell’estate scorsa fosse qualcosa che si facesse notare, ricredetevi. Il nostro magnate del tessile non è passato certo inosservato in giro per la sua città natale Yevla, nello stato del Maharashtra in India e per stare tranquillo è sempre scortato da quattro guardie del corpo (a guardia del corpo o della camicia? Mah!).

Il sig. Parakh ha dichiarato che la sua passione per l’oro risale a quando era piccolo e che era abbastanza ovvio che per il suo 45esimo compleanno si regalasse qualcosa fatto con il prezioso metallo. Aggiunge che non è per niente pesante da indossare (pesa circa 4 chili) ed è persino facile da lavare e rammendare. Che fosse un lavoro fatto bene lo si poteva immaginare visto che per realizzarla ci sono voluti 20 artigiani e ben 3.200 ore di lavoro.

In India l’oro è un vero e proprio status symbol e si stima che nel paese ne siano più di 20 le tonnellate in mano ai privati.

E adesso non dite che non vi ho dato un’idea originale per l’estate.

Meditate gente…meditate.

Annunci

I due marò resteranno in Italia

Svolta nella questione di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. I due marò italiani non faranno ritorno in India dal loro permesso concessogli in occasione dell’elezioni politiche.

maròLo annuncia il Ministero degli Esteri in una nota: “L’Italia ha informato il Governo indiano che, stante la formale instaurazione di una controversia internazionale tra i due Stati i fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone non faranno rientro in India alla scadenza del permesso loro concesso”. Finalmente una presa di posizione forte del governo italiano che sostiene da sempre che i due militari italiani debbano essere processati in Italia o quantomeno propenderebbero per un arbitrato internazionale.

Il governo indiano, che per ora non ha avuto una reazione ufficiale, ha commentato attraverso una fonte diplomatica all’Onu sostenendo che i due militari, accusati di aver ucciso per errore due pescatori scambiandoli per pirati, debbano essere processati da un tribunale indiano.

Soddisfatte ovviamente le famiglie dei due marò che sono già pronti per ritornare in servizio come precisa lo stesso Massimilano Latorre: “Consapevoli dell’impegno profuso dallo Stato siamo felici di tornare a fare il nostro mestiere“.

Staremo a vedere quali saranno i risvolti dell’intricata questione internazionale.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: