Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘foto’

Socialmatic: la nuova frontiera della fotografia

Che il mondo stia diventando sempre più social non è certo un segreto ed anche quello delle fotocamere digitali ha iniziato a conoscerlo. Dallo scorso anno  la social cam di Samsung (Galaxy Camera) è ormai realtà ma un altro gigante si appresta a intraprendere questa strada.

Si tratta di Polaroid, la storico azienda produttrice di pellicole fotografiche e della mitica macchina fotografica istantanea.

socialmaticIl progetto è stato ideato dal designer italiano Antonio De Rosa che è riuscito a firmare un’intesa con  C&A Licensing, LLC, licenziataria dal 2009 per il marchio Polaroid. La fotocamera, che dalla forma dovrebbe ricordare il logo di Instagram (famoso social di condivisione fotografica da poco acquistato da Facebook), darà la possibilità di condividere gli scatti attraverso Instagram appunto (con tanto dei particolari filtri fotografici che lo contraddistinguono) , Facebook, Twitter. Tutto sommato caratteristiche non nuove nel segmento ma che si aggiungono ad una tutta particolare, il fatto di poter stampare istantaneamente le foto scattate, proprio come la storica macchina fotografica della Polaroid. Questo grazie ad una stampante integrata con cassetto per carta fotografica e 4 colori.

Altre caratteristiche della Socialmatic (questo è il nome che dovrebbe avere) sono la connessione Wi-Fi e Bluetooth, un generoso display da 4.3 pollici, 16 Gb di memoria, flash LED integrato  e addirittura una fotocamera secondaria da usare come webcam (per videochiamare presumibilmente!).

A dimostrazione dell’attenzione alle nuove tecnologie, anche il fatto che la foto stampata potrà avere impresso un codice QR che rimanderà direttamente al social dove la si è condivisa.

Insomma il vecchio che incontra il nuovo. Il progetto dovrebbe vedere la luce entra l’inizio del 2014 e probabilmente, come assicura lo stesso De Rosa, “riempirà lo spazio fra virtuale e reale“.

Reali grazie

Vabbè ragazzi ma è possibile che tutto il weekend ci hanno rotto con le tettine reali della duchessa di Canbridge Kate Middleton?

Per chi non conoscesse il fatto, la giovane coppia reale è stata immortalata da un paparazzo in pose “disinvolte” sulla terrazza del castello di Austen, in Provenza, ospiti del cugino del principe William.  La giovane Kate, in pieno relax a bordo piscina, ha pensato bene di mettersi in topless mentre splalmava e si faceva spalmare crema abbronzante dal regale consorte.

Le foto sono state pubblicate dal settimanale Closer e hanno provocato polemiche da parte della famiglia reale britannica che parla di lesione della privacy e quasi pensa di essere tornata al periodo degli scandali di lady Diana.

Ma dico io, ci siamo accorti che è il 2012? Fa ancora scandalo un topless seppur di reali grazie? C’è da meravigliarsi se una ragazza trentenne si vuole godere il sole come mamma l’ha fatta dimenticando per un attimo l’etichetta che magari è costretta a seguire sette giorni su sette? Io non ci trovo nulla di strano e di scandaloso.

Allora forse il problema è la sete di voyerismo che ci perseguita, è la voglia di sapere e vedere tutto di tutti e la presunzione, dobbiamo dirlo, di alcuni giornali di spacciare tutto per informazione. L’apice però mi sembra averlo raggiunto Alfonso Signorini, direttore di Chi (della stessa casa editrice di Closer, cioè Mondadori) che ha spacciato l’esclusiova italiana quasi come un favore fatto alla coppia., un dovere di cronaca per far capire quanto la coppia sia moderna e normale. Insomma un’edizione straordinaria stile Novella 2000 spacciata quasi per un inserto di Famiglia Cristiana.

Il discorso della privacy negata potrebbe avere di sicuro un senso ma mettere su tutto sto casino per due tette al vento onestamente mi sembra eccessivo. Addirittura si è cercato di paragonare Kate al cognato Harry, terzo erede al trono per linea di discendenza, ma dimentichiamo che per il principe si è trattato di una bravata nella quale si è messo in ridicolo suscitando giustamente imbarazzo nella famiglia reale, mentra per Kate mi sembra un mettersi a nudo decisamente naturale.

Insomma tanto rumore per nulla e come alcuni avranno pensato di questi tempi…e chissenefrega!

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: