Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘europei 2012’

Estate senza fine

Non sono certo che diventerà il nuovo tormentone dell’estate ma da qualche giorno la sto vedendo trasmessa più frequentemente da alcune tv musicali. Si tratta della canzone Endless summer della cantante tedesca di origini martinicane Oceana (Oceana Mahlmann, 30), colonna sonora ufficiale degli Europei di calcio 2012.

Per chi segue questo evento  non sarà certo passata inosservata, grazie anche allo stacchetto che viene trasmesso praticamente ad ogni pausa pubblicitaria. Certo la canzone non è trainata dalla fama della sua interprete come il Wakawaka di due anni fa (Shakira) ma penso che la sentiremo anche quando il torneo continentale sarà ormai archiviato (speriamo con un buon risultato della nostra nazionale!).

Il ritmo ce l’ha tutto ed ha tutte le caratteristiche del tormentone estivo. Devo confessare che personalmente l’ascolto con piacere. Lascio giudicare a voi se Endless summer ha le carte in regola per accompagnarci anche sulle spiagge in questa calda estate.

Il video, che trovate in fondo, è stato girato tra  spiagge caraibiche, Varsavia e Kiev (gli Europei si svolgono in Polonia e Ucraina) e oltre a presentarci molti stadi e città che stanno ospitando il torneo, ci mostra anche spezzoni di partite delle varie nazionali in gara tra le quali possiamo notare volti noti del calcio internazionale come Zlatan Ibrahimovic, Wayne Rooney, Robert Lewandowski, Fernando Torres, Bastian Schweinsteiger, David Villa e David Trezeguet.

Sotto questo sole

Certo che qui in Lombardia un po’ di bel tempo lo stavamo proprio aspettando. Oddio, non che negli ultimi tempi non ce ne sia stato ma lo definirei più un tempo isterico, bello in settimana e pessimo nel weekend. Ora invece danno caldo afoso fino a fine settimana. E siamo solo a lunedì.

Devo dire che una cosa ho capito da quando sono “al nord” è che non esistono mezze misure: quando inizia a fare caldo c’è davvero da morire. Colpa dell’umidità (direi citando un abusato refrain) che raggiungendo alti livelli crea quel fastidioso effetto appiccicaticcio.

Sembrerebbe già ora di andare al mare ma 200 km non mi sembrano proprio una passeggiata per andarsi a fare un bagnetto e decisamente mi scoraggiano. Certo potrei affidarmi a delle alternative ma piscina e lago onestamente non hanno mai atticchino nella mia anima di napoletano.

Pensavo di non doverlo mai dire ma sto quasi preferendo di stare a lavoro dove l’aria condizionata ti fa dimenticare il caldo che c’è fuori. A casa l’unica soluzione sembra essere muoversi il meno possibile, cosa che seppur mi vede portato non è sempre realizzabile. Diciamo che è proprio il momento giusto per riprende a scrivere il blog anche se il netbook sulle gambe mi sta provocando un fastidioso efffetto ceretta a caldo.

Vabbè, meglio attendere il calare della sera e sperare che inizi a tirare un po’ di vento a compensazione della fribillazione per la sorte della nostra nazionale di calcio agli Europei.

Buona serata a tutti!

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: