Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘estate’

Vestiamoci di lusso

Quante volte, specialmente voi donne, siete rimaste decine di minuti in piedi davanti all’armadio pronunciando la fatidica frase: “E adesso cosa mi metto?”. Non parliamo poi se dovete scegliere cosa indossare per un’occasione importante.

Ebbene un certo Pankaj Parakh, magnate del settore tessile in India, ci ha messo poco a decidere cosa indossare per il suo 45esimo compleanno e si è fatto fare su misura un indumento molto particolare: una camicia interamente d’oro del valore di ben 170.000 euro.

camicia d'oroSe pensavate che la vostra sgargiante camicia a fiori dell’estate scorsa fosse qualcosa che si facesse notare, ricredetevi. Il nostro magnate del tessile non è passato certo inosservato in giro per la sua città natale Yevla, nello stato del Maharashtra in India e per stare tranquillo è sempre scortato da quattro guardie del corpo (a guardia del corpo o della camicia? Mah!).

Il sig. Parakh ha dichiarato che la sua passione per l’oro risale a quando era piccolo e che era abbastanza ovvio che per il suo 45esimo compleanno si regalasse qualcosa fatto con il prezioso metallo. Aggiunge che non è per niente pesante da indossare (pesa circa 4 chili) ed è persino facile da lavare e rammendare. Che fosse un lavoro fatto bene lo si poteva immaginare visto che per realizzarla ci sono voluti 20 artigiani e ben 3.200 ore di lavoro.

In India l’oro è un vero e proprio status symbol e si stima che nel paese ne siano più di 20 le tonnellate in mano ai privati.

E adesso non dite che non vi ho dato un’idea originale per l’estate.

Meditate gente…meditate.

Ma che caldo fa

Non so voi ma a me il caldo ha già iniziato a dare alla testa.

Non che rimpianga le giornate fredde di solo qualche settimana fa ma questo caldo improvviso mi ha davvero scombussolato: irritabilità, allergia, bambine che danni i numeri.

In pratica nel giro di qualche giorno si sono scatenati una serie di eventi che mi hanno fatto salire il livello di nervosismo medio alle stelle. Anche sulle bambine il caldo sempre aver avuto più o meno lo stesso effetto, e se ci mettiamo anche un po’ di febbre e gola arrossata x2, il risultato diventa esasperante.

In questi giorni mi ha aiutato qualche giro in bicicletta (ricordate che l’avevo comprata? clicca qui ) dove almeno il peso dei chilometri mi ha fatto rilassare e sfogare un attimo ma oggi si riprende la solita routine settimanale e chissà quando riuscirò ad incastrarci qualche pedalata.

Quasi a malinquore non mi resta che aspettare di andare a lavoro dove spesso lo stress è minore di quello casalingo e dove almeno l’aria condizionata dà un senso tutto diverso alla giornata lavorativa.

Meditate gente…meditate.

ma che caldo fa

Curiosità e segreti del Pulcino Pio

Non si può negare che a torto o a ragione Il pulcino Pio sia diventato il nuovo fenomeno dell’estate. Nato prima solo in radio e su internet ora con più di 18 milioni di visualizzazioni, si è poi esteso anche in tv e dal vivo con balli di gruppo in spiaggia.

Talmente è grande il successo di questa simpatica (alcuni storceranno il naso) filastrocca che ne hanno parlato addirittura quasi tutti i principali Tg, compresi Tg1 e Tg5.

La canzone, che nella forma è una sorta di Alla fiera dell’est di Branduardi fusa con Nella vecchia fattoria, è un altro prodotto di Radio Globo che abbiamo già conosciuto per i successi (?) di Ostia Beach e Resto a Roma, rispettivamente rifacimenti di Mr. Saxo beat di Alexandra Stan e Endless Summer di Oceana.

E fino a qui quello che quasi tutti sanno ma proverò a svelarvi qualche curiosità.

Morgana Giovannetti

Morgana ai tempi del Bagaglino

L’interprete della canzone è Morgana Giovannetti ora speaker radiofonica e autrice di testi teatrali che i più bravi ricorderanno come la piccola Morgana che faceva le imitazioni nelle trasmissioni del Bagaglino degli anni ’90 (Creme Caramel, Saluti e Baci, Bucce di Banana e Champagne).

La stessa autrice in un intervista al blog di Davide Maggio confessa: “non ci aspettavamo neppure lontanamente un successo di questa portata”.

Un successo sì, che alcuni però hanno accusato essere un plagio.

Dheymerson Farias

Si un plagio, perchè se si naviga un po’ su internet si scopre che esiste una versione brasiliana del pulcino Pio ossia O pintinho più che su internet si trova interpretata da un simpatico bambino, Dheymerson Farias e che ha già spopolato in terra latina lo scorso anno.

Allora tutto vero, uno scopiazzamento internazionale per il successo dell’estate? I detrattori, gli accusatori di plagio hanno visto giusto?

E invece no, perchè approfondendo la questione la soluzione dell’enigma ce la da’ direttamente uno dei diretti interessati, l’editore di Radio Globo e Amm. Unico della società Globo Records S.r.l  Bruno Benvenuti attraverso un comunicato apparso sulla pagina facebook della radio.

“Globo Records S.r.l. – scrive Benvenuti – ha acquisito, dagli aventi diritto originali, i diritti di elaborazione, di traduzione e adattamento dell’opera musicale “O Pintinho Piu”, titolo alternativo dell’opera musicale “O Pintinho””

E adesso cos’è l’opera O Pintinho? E si alla fine tutto parte da una filastrocca creata da un certo Erisvaldo Da Silva ben 27 anni fa e interpretata per la prima volta dal “Trio Nortista” del quale da Silva faceva parte.

Quindi a quanto pare  i sostenitori del plagio rimarranno a bocca asciutta vista la regolarità dell’operazione di Radio Globo a cui se non altro va il merito di averci visto lungo e acquistare i diritti della canzone, a differenza degli interpreti della versione brasiliana dell’anno scorso che pure ha avuto il suo successo in patria.

Quante curiosità dietro l’amata quanto odiata filastrocca e a proposito, la versione brasiliana al posto del trattore ha un finale diverso con tanto di doppio senso: “Na casa està um viado“, viado che in brasiliano significa sia cervo che travestito.

Il finale italiano è ben diverso e quindi mi sembra il caso concludere con un Riposa in pace pulcino Pio.

Bentornati!

Bentornati in questo 2 di settembre che sembra segnare la fine dell’estate se non altro almeno dal punto di vista climatico. E un bentornato anche al blog che dopo una pausa estiva riprende la pibblicazione.

Tempi di bilanci? Tempo di bilance per chi magari durante la prova costume si è dato anche ai piaceri della cucina?

Per me un’estate decisamente tranquilla tra casa e lavoro e il costante combattimento contro gli ormai famosi anticicloni africani che ci hanno fatto boccheggiare.

A proposito, che ne pensate della nuova moda estiva: Caronte, Lucifero? Ormai anche il caldo è stato etichettato e come se non bastasse per contrasto quando inizia a tirare un po’ d’aria fresca ecco spuntare nomi come Beatrice, Virgilio, Poppea.

Un’estate all’insegna della crisi con un calo di presenze nei luoghi di vacanza stimato dagli albergatori di circa il 20% e con più del 60% degli italiani che ha deciso di rimanere a casa o preferire un semplice weekend ai classici 7-10 giorni di vacanza.

Estate di Olimpiadi e Europei di calcio che potevano andare meglio, di spread, di tasse, di repliche in tv e caccia alle nuove veline. Estate di tormentoni (uno tra tutti il Pulcino pio del quale parlerò tra qualche giorno dandovi qualche curiosità!), di passeggiate in riva al mare e di aria condizionata a palla, di negozi quasi tutti aperti e città non più vuote.

Qualunque sia stata la vostra estate mi auguro sia stata all’altezza delle vostre aspettative e se c’è ancora qualcosa che avreste voluto fare non demordete, settimana prossima tornerà di nuovo il caldo a regalarci forse gli ultimi scampoli d’estate.

Estate senza fine

Non sono certo che diventerà il nuovo tormentone dell’estate ma da qualche giorno la sto vedendo trasmessa più frequentemente da alcune tv musicali. Si tratta della canzone Endless summer della cantante tedesca di origini martinicane Oceana (Oceana Mahlmann, 30), colonna sonora ufficiale degli Europei di calcio 2012.

Per chi segue questo evento  non sarà certo passata inosservata, grazie anche allo stacchetto che viene trasmesso praticamente ad ogni pausa pubblicitaria. Certo la canzone non è trainata dalla fama della sua interprete come il Wakawaka di due anni fa (Shakira) ma penso che la sentiremo anche quando il torneo continentale sarà ormai archiviato (speriamo con un buon risultato della nostra nazionale!).

Il ritmo ce l’ha tutto ed ha tutte le caratteristiche del tormentone estivo. Devo confessare che personalmente l’ascolto con piacere. Lascio giudicare a voi se Endless summer ha le carte in regola per accompagnarci anche sulle spiagge in questa calda estate.

Il video, che trovate in fondo, è stato girato tra  spiagge caraibiche, Varsavia e Kiev (gli Europei si svolgono in Polonia e Ucraina) e oltre a presentarci molti stadi e città che stanno ospitando il torneo, ci mostra anche spezzoni di partite delle varie nazionali in gara tra le quali possiamo notare volti noti del calcio internazionale come Zlatan Ibrahimovic, Wayne Rooney, Robert Lewandowski, Fernando Torres, Bastian Schweinsteiger, David Villa e David Trezeguet.

Tormentone si, tormentone no.

Ed anche agosto ci ha lasciato, ma c’è qualcosa che ci accompagnerà per qualche mese ancora: i tormentoni musicali. Quest’estate ne abbiamo avuti tanti e come si suol dire ne abbiamo per tutti i gusti.

Cominciamo da quello che ad un certo punto ho pensato di poter sentire anche in una grotta in cima all’Himalaya, “Danza Kuduro” di Lucenzo & Don Omar. Chi di voi non l’ha ascoltata almeno un milione di volte, per non parlare di chi grazie alla melodia latina se l’è sorbito in villaggi vacanze e baby dance varie.

Come dimenticare poi la rediviva canzone di Raffaella Carrà remixata da Bob Sinclair “A far l’amore“, aiutata anche dal fatto che sia stata scelta come colonna sonora della pubblicità Tim?

Alexandra Stan con “Mr. Saxobeat” poi, è stata più che altro una conferma estiva visto che l’uscita del singolo è stata di qualche mese precedente.

I ritmi latini della colombiana Shakira con l’ormai onnipresente Pitbull con “Rabiosa” e quelli pop dance di Jennifer Lopez e la sua “I’m into you“.

Uscendo dal filone dance – latino, Aloe Blacc con “I need a dollar” oppure “Shimbalaiê” di Maria Gadú e Adele con “Rolling in the deep“.

E senza andare troppo lontano, passare per Jovanotti e “Il più grande spettacolo dopo il Big Bang” dove ci siamo chiesti quando finisse sto cavolo di spettacolo.

L’elenco non è certo completo  e sarebbe probabilmente troppo lungo per cui lascio a voi l’ardua sentenza. Qual’è per voi il tormentone dell’estate 2011, quale vi è piaciuta di più e quale davvero è stata un tormento?

Aspetto i vostri commenti.

Meditate gente…meditate

Risveglio settembrino

Ebbene si, è ufficiale. Sono tornati tutti. Oggi sono uscito di casa pensando ancora di trovare strade libere, di parcheggiare con l’imbarazzo della scelta, di girare avendo la piacevole sensazione di trovarti in un tranquillo paese di provincia.

Lo devo dire, stava per scendermi la lacrimuccia quando mi sono ritrovato centinaia di macchine parcheggiate, gente a piedi, nei negozi, ho iniziato a pensare che avessero spostato il casello autostradale e i vacanzieri fossero usciti direttamente lì dov’ero io, ancora con la sabbia tra le dita.

Era troppo bello per durare. Per chi è rimasto in città ad agosto questo è un momento a dir poco traumatico, un drammatico e improvviso ritorno  alla realtà dopo quel sogno estivo.

Quasi tutti ormai sono tornati, lunedì inizia la nuova stagione di programmi tv, tra un po’ riaprono le scuole… ma non sarà mica già finita l’estate?

Si ritorna in pista ragazzi. Buon traffico a tutti!

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: