Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘caldo’

Ma che caldo fa

Non so voi ma a me il caldo ha già iniziato a dare alla testa.

Non che rimpianga le giornate fredde di solo qualche settimana fa ma questo caldo improvviso mi ha davvero scombussolato: irritabilità, allergia, bambine che danni i numeri.

In pratica nel giro di qualche giorno si sono scatenati una serie di eventi che mi hanno fatto salire il livello di nervosismo medio alle stelle. Anche sulle bambine il caldo sempre aver avuto più o meno lo stesso effetto, e se ci mettiamo anche un po’ di febbre e gola arrossata x2, il risultato diventa esasperante.

In questi giorni mi ha aiutato qualche giro in bicicletta (ricordate che l’avevo comprata? clicca qui ) dove almeno il peso dei chilometri mi ha fatto rilassare e sfogare un attimo ma oggi si riprende la solita routine settimanale e chissà quando riuscirò ad incastrarci qualche pedalata.

Quasi a malinquore non mi resta che aspettare di andare a lavoro dove spesso lo stress è minore di quello casalingo e dove almeno l’aria condizionata dà un senso tutto diverso alla giornata lavorativa.

Meditate gente…meditate.

ma che caldo fa

Annunci

Sotto questo sole

Certo che qui in Lombardia un po’ di bel tempo lo stavamo proprio aspettando. Oddio, non che negli ultimi tempi non ce ne sia stato ma lo definirei più un tempo isterico, bello in settimana e pessimo nel weekend. Ora invece danno caldo afoso fino a fine settimana. E siamo solo a lunedì.

Devo dire che una cosa ho capito da quando sono “al nord” è che non esistono mezze misure: quando inizia a fare caldo c’è davvero da morire. Colpa dell’umidità (direi citando un abusato refrain) che raggiungendo alti livelli crea quel fastidioso effetto appiccicaticcio.

Sembrerebbe già ora di andare al mare ma 200 km non mi sembrano proprio una passeggiata per andarsi a fare un bagnetto e decisamente mi scoraggiano. Certo potrei affidarmi a delle alternative ma piscina e lago onestamente non hanno mai atticchino nella mia anima di napoletano.

Pensavo di non doverlo mai dire ma sto quasi preferendo di stare a lavoro dove l’aria condizionata ti fa dimenticare il caldo che c’è fuori. A casa l’unica soluzione sembra essere muoversi il meno possibile, cosa che seppur mi vede portato non è sempre realizzabile. Diciamo che è proprio il momento giusto per riprende a scrivere il blog anche se il netbook sulle gambe mi sta provocando un fastidioso efffetto ceretta a caldo.

Vabbè, meglio attendere il calare della sera e sperare che inizi a tirare un po’ di vento a compensazione della fribillazione per la sorte della nostra nazionale di calcio agli Europei.

Buona serata a tutti!

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: