Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘bambine’

Ma che caldo fa

Non so voi ma a me il caldo ha già iniziato a dare alla testa.

Non che rimpianga le giornate fredde di solo qualche settimana fa ma questo caldo improvviso mi ha davvero scombussolato: irritabilità, allergia, bambine che danni i numeri.

In pratica nel giro di qualche giorno si sono scatenati una serie di eventi che mi hanno fatto salire il livello di nervosismo medio alle stelle. Anche sulle bambine il caldo sempre aver avuto più o meno lo stesso effetto, e se ci mettiamo anche un po’ di febbre e gola arrossata x2, il risultato diventa esasperante.

In questi giorni mi ha aiutato qualche giro in bicicletta (ricordate che l’avevo comprata? clicca qui ) dove almeno il peso dei chilometri mi ha fatto rilassare e sfogare un attimo ma oggi si riprende la solita routine settimanale e chissà quando riuscirò ad incastrarci qualche pedalata.

Quasi a malinquore non mi resta che aspettare di andare a lavoro dove spesso lo stress è minore di quello casalingo e dove almeno l’aria condizionata dà un senso tutto diverso alla giornata lavorativa.

Meditate gente…meditate.

ma che caldo fa

La musica delle piccoline

Tanto per non abbandonare il filone musicale vi propongo due estratti dalla playlist delle mie bambine di 14 mesi e 2 anni e mezzo. Ultimante ci dilettiamo a ballarle insieme (figuratevi!).

killerIl primo brano è Killer di Baby K feat. Tiziano Ferro, secondo singolo della rapper  nata a Singapore,  tratto dall’album “Una seria” uscito il 12 marzo scorso. Un buon esordio per la giovane cantante che ha ottenuto subito una preziosa collaborazione con l’affermato Tiziano Ferro.

bingo playersIl secondo brano è Get up (Ruttle) dei Bingo Players feat. Far East Movement. I Bingo Players, due dj olandesi, dopo numerose collaborazioni con artisti internazionali tra i quali David Guetta, con questo loro singolo nel 2012 sono arrivati addirittura alla posizione n.1 della classifica inglese. Da noi è da qualche settimana presente nella Hit list Italia di Mtv e a casa mia è meglio conosciuta come “la canzone delle paperelle“. Veramente simpatico.

Insomma vi renderete conto che le mie piccoline hanno già dei gusti precisi e molto internazionali in fatto di musica.

Buon ascolto!

Dolce dormire (e non solo ad aprile)

Negli ultimi anni ho un rapporto un po’ particolare con il sonno. Per lavoro non ho sempre un orario preciso per andare a letto o alzarmi la mattina, e mi ritrovo a dormire a volte quelle 3-4 ore, a svegliarmi alle 3.30 del mattino o andare a letto all’1. Questo quando mi va bene e non lavoro di notte. Due le condizioni in cui sono solito trovarmi:

  • Il tossico:

quando ad occhi aperti sogno e pregusto il momento in cui mi troverò disteso sul letto, magari sotto le coperte al caldo quando fuori è freddo, lasciandomi andare tra le braccia di Morfeo. Peccato che la maggior parte di queste volte sia a lavoro e quasi mi senta come un drogato in crisi di astinenza che darebbe qualsiasi cosa per una dose; si una dose di gustosissimo e inebriante sonno.

  • Lo zombie:

ultimamente poi, con le due bambine piccole, mi ritrovo a vagare per casa come uno zombie, in piena notte, con una delle due in braccio facendo fatica per non andare a sbattere. “Si è svehragghata la graght!” farfuglio a mia moglie, cercando di farle capire qualcosa, ma ci rinuncio quando mi risponde con un secco “eerggh!” e capisco che anche lei, magari con l’altra in braccio, è nella mia stessa condizione.

Dove sono finite le maratone del sonno? Chi si è portato via quelle mattine intere con la tapparella abbassata e tua madre che sussurra a tuo padre: “Shhh! Zitto che sta dormendo.” Mi sembra passato un secolo.

In ogni modo, se vedete che vi osservo, che sembro non capire quello che dite ma annuisco inebetito con le palpebre semi abbassate, sappiatelo, ho una delle mie crisi di sonno.

Sorry!

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: