Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘album’

La musica delle piccoline

Tanto per non abbandonare il filone musicale vi propongo due estratti dalla playlist delle mie bambine di 14 mesi e 2 anni e mezzo. Ultimante ci dilettiamo a ballarle insieme (figuratevi!).

killerIl primo brano è Killer di Baby K feat. Tiziano Ferro, secondo singolo della rapper  nata a Singapore,  tratto dall’album “Una seria” uscito il 12 marzo scorso. Un buon esordio per la giovane cantante che ha ottenuto subito una preziosa collaborazione con l’affermato Tiziano Ferro.

bingo playersIl secondo brano è Get up (Ruttle) dei Bingo Players feat. Far East Movement. I Bingo Players, due dj olandesi, dopo numerose collaborazioni con artisti internazionali tra i quali David Guetta, con questo loro singolo nel 2012 sono arrivati addirittura alla posizione n.1 della classifica inglese. Da noi è da qualche settimana presente nella Hit list Italia di Mtv e a casa mia è meglio conosciuta come “la canzone delle paperelle“. Veramente simpatico.

Insomma vi renderete conto che le mie piccoline hanno già dei gusti precisi e molto internazionali in fatto di musica.

Buon ascolto!

Annunci

Cantanti dispersi: Mariadele

Per la serie: chi se lo ricorda, volevo proporvi un’artista scomparsa ormai da una decina d’anni dalla scena musicale italiana: Mariadele.

Mariadele

Mariadele

La cantautrice ligure (al secolo Maria Adele Corradi, Levanto 1976) si fa conoscere al grande pubblico nel 1997 con il singolo “Fra Bologna e me, rimasto per molte settimane nella Top 20.Gli esordi della cantante però risalgono alla partecipazione al Festival di Castrocaro del 1994.

Nel ’98 è alla conduzione del programma musicale  “Arrivano i nostri” su  TMC2 che le da la possibilità anche di conoscere Saverio Grandi (autore per Vasco Rossi, Stadio, Mango) con il quale scrive il suo secondo albumVorrei” nel 2000.

Nello stesso anno al Festival di San Marino si aggiudica il premio di Radio Dimensione Suono come artista più programmata del ’99, quando pubblicava i singoli “Vorrei” e “Bellamica” che anticiperanno l’album. Sempre nel fortunato anno 2000 apre i concerti dello  “Squèrez tour” dei Lùnapop e duetta con Gaetano Curreri degli Stadio.

Nel 2002 pubblica il suo terzo e ultimo album “…ora mi faccio un caffè” e dopo qualche partecipazione a dei festival in giro per l’Italia, nel 2004 sembra scomparire dalla scena musicale.

Dal 2008 è iscritta all’A.I.FI. (Associazione Italiana Fisioterapisti).

Ho scelto di proporvi il video di Tra Bologna e me che dopo 15 anni ancora ricordo. E voi cosa ne pensate, la ricordavate?

La mia Mariah Carey

Oggi ho un po’ di nostalgia musicale, ma non tipo quella per i mitici anni ’60 o per i Beatles e i Roling Stones, ma di un’artista in particolare: Mariah Carey. “Beh” direte voi “ma c’è ancora ed è in piena attività.” No, quella che vedete ora non è la “mia” Mariah Carey, quella giovane cameriera di New York con la passione per la musica che da un giorno all’altro si trova a calcare i palchi più importanti del mondo. Io ho nostalgia della Mariah dei primi album (dal ’90 al ’99) con singoli come “Without you”, “Hero”, “Music Box” (dell’omonino album che ha venduto 36 milioni di copie), della ragazza fresca e sbarazzina dei video di “Vision of love” o di “All I want for Christmas is you” ad esempio.

Ho nostalgia di quando la cercavo per radio e compravo i suoi album appena uscivano, innamorato com’ero della sua voce e di quello che riusciva a farci; di quando facevo zapping su Mtv sperando di trovare qualche suo video da registrare.

Poi tutto ad un tratto negli anni 2000, tra problemi personali e flop discografici, tutto è cambiato e le ballads e le canzoni d’amore che tanto avevo amato, hanno lasciato spazio alla musica che strizzava l’occhio all’ R&B e al Rap con le più svariate (e dubbie) collaborazioni artistiche. Insomma tutta un’altra musica. Certo con gli anni si cresce, si cambia, si subiscono influenze, si cerca di esplorare altre musicalità o magari di togliersi di dosso qualche etichetta, ma a me il risultato non ha convinto. Per non parlare del fatto che ad un certo punto ha iniziato a spogliarsi, a rifarsi, a discostarsi sempre più dall’idea che da fun mi ero fatto di lei.

Resta comunque un’artista eccezionale, incorona l’artista di maggior successo degli anni ’90, con un’estensione vocale unica che negli ultimi anni ha ritrovato il suo vigore artistico pur non riuscendo a sbarcare con successo in Italia. Io ho smesso di seguirla un po’ di anni fa e preferisco ricordarla com’era e rispolverare di tanto in tanto i suoi vecchi album.

Prima

Dopo

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: