Il mondo attraverso i miei occhi

Articoli con tag ‘4 marzo 1943’

4 marzo: concerto per Dalla

Il questo 4 marzo non può mancare un pensiero a Lucio Dalla scomparso il 1° marzo di un anno fa e che oggi avrebbe compiuto 70 anni.

lucio dalla concertoProprio stasera alle 21.10 su Rai Uno andrà in onda il grande concerto organizzato in suo onore in Piazza Maggiore a Bologna dove amici e colleghi metteranno in scena uno spettacolo multimediale dove i protagonisti interaggiranno spesso con la voce registrata dello stesso Dalla. Un “docuconcerto” come lo hanno definito in conferenza stampa, che non avrà un vero e proprio conduttore sebbene sarà Gianni Morandi a tirarne le fila.

Saranno numerosi gli artisti che interverranno alla serata, dagli Stadio ad Andrea Bocelli; da Paolo Fresu a Pino Daniele; e poi Marco Mengoni, Pierdavide Carone (che ha duettato con Dalla nel Sanremo 2012), Gigi D’Alessio, Paolo Rossi, Stefano Di Battista, Chiara, Ornella Vanoni, Fiorella Mannoia oltre ai giovani Antonio Maggio (vincitore categoria giovani Sanremo 2013), Paolo Simoni e il Cile. Inontre Ron, Luca Carboni, Samuele Bersani, Renato Zero, i Negramaro, Zucchero e tanti altri. Confermata anche la partecpazione del compagno Marco Armani.

La Rai ha voluto riservare molto spazio all’evento per il fatto  che la vita artistica dell’artista” ha coinciso con parte della storia della Rai”, ha dichiarato il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone. Infatti il concerto, oltre ad essere in prima serata,  potrà andare avanti fino a mezzanotte e mezza.

Visti il calibro dei partecipanti sicuramente un evento unico.

Annunci

Caro amico…addio.

Pur rischiando di risultarvi scontato, oggi vorrei dedicare questo post a Lucio Dalla, scomparso oggi all’età di 69 anni (li avrebbe compiuti tra 3 giorni) in Svizzera dove si trovava per una serie di concerti.

Non si rimane mai impassibili di fronte ad una notizia del genere ma associarla a Lucio Dalla in questo momento mi è sembrata davvero strana. Dico questo perchè solo poche settimane fa lo abbiamo visto al festival di Sanremo con Pierdavide Carone e niente avrebbe potuto farci immaginare una cosa del genere. D’altronde cosa più imprevedibile di un infarto?

Un artista con alle spalle anni di carriera che dopo aver iniziato come jazzista  ha sperimentato musicalità diverse, dalla musica beat alla canzone d’autore, dalla pop pura fino ai confini della musica lirica. Artista poliedrico e colto, che ha sfornato successi anche così diversi tra loro come la bellissima “Caruso” considerata il suo capolavoro, “Attenti al lupo”, “Futura”, “L’anno che verrà” o la canzone che celebrava la sua data di nascita, “4 marzo 1943”.

Ha suscitato il cordoglio di tutti, da colleghi cantanti a uomini politici, da personaggi dello spettacolo a gente comune, tanto da dedicargli spazio in quasi tutte le trasmissioni tv (purtroppo anche a Pomeriggio Cinque con tanto di faccine e lacrime di Barbara D’Urso), fino ad uno speciale di Porta a Porta in seconda serata.

Un artista che ha da sempre attirato la mia simpatia, forse per quella sua aria buffa e da buontempone. A me piace ricordarlo così, con i suoi occhialini tondi, l’orecchino e i suoi cappellini in testa mentre intona qualche suo verso strano. Un’altra colonna della musica italiana se n’è andata, così d’improvviso mentre tutti avevano ancora sete delle sue note.

Addio Lucio!

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: