Il mondo attraverso i miei occhi

Archivio per luglio, 2012

La canzone misteriosa

Vi dico già che oggi effettivamente farò dei giri strani.

Sarà capitato anche a voi di avere una musica in testa” cantava Mina ed anche se la mia non faceva zum zum zum, è comunque riuscita a farmi diventare matto.

Ieri per radio ho ascoltato una canzone dal motivetto allegro, swing per essere precisi, della quale però non sono riuscito purtroppo a carpire il titolo. A questo punto, volendola riascoltare, sono partito alla ricerca su internet della misteriosa canzone tra l’altro cantata in spagnolo. Ora, seppur abbia studiato la lingua, inizialmente la cantante si esprime in un modo degno della migliore parodia di Tiziano Ferro, cioè pressocchè incomprensibile.

Mancando il titolo, che verosimilmente doveva essere proprio quello cantato all’inizio, sono partito alla ricerca di tutto quello che potesse somigliarci o fosse attinente alla canzone. Morale della favola dopo aver provato veramente di tutto oggi sulle playlist di Radio Deejay, tenendo presente l’ora nella quale l’avevo sentita, sono risalito finalmente al titolo.

Si tratta di “Ola ola ola” cantata da La Manita, canzone d’altronte probabilmente sconosciuta ai più. In ogni modo era diventata una questione di principio e dovevo trovarla a tutti i costi mettendo in campo tutte le mie doti investigative.

Navigando qua e là ho scoperto che si tratta addirittura di un remake di una canzone dall’omonimo titolo del 1961 cantata da una sorta di Shirley Temple spagnola (Marisol, all’ora 13enne) all’interno di un film del quale non sto nemmeno a dirvi il titolo.

Ovviamente da psicopatico musicale quale sono, mi sono andato a cercare il pezzo di film e mi sono trovato davanti una specie di Gianni Morandi de noialtri che si dimena insieme ad una frotta di simil Little Tony.

Non mi sbilancio in opinioni ma notavo il fatto che almeno noi per vedere bambini cantare in tv abbiamo aspettato Io canto e simili mentre in altri paesi non sono riusciti a farne a meno (contenti loro!).

Vi posto comunque tutti e due i video e lascio a voi giudicare se almeno in parte sia valsa la pena di perdere una giornata dietro questa canzone. Comunque per la cronaca preferisco il remake di oggi, molto più vicina al genere Simona Molinari con “In cerca di te” che abbiamo già sentito.

Resto a Roma

I più attenti di voi ricorderanno il successo, l’anno scorso, di Ostia beach, parodia ufficiale firmata Radio Globo del tormentone di Alexandra Stan Mr. Sexobeat.

Ebbene anche quest’anno l’appuntamento non è stato mancato e Radio Globo (una popolare radio romana) sforna la versione capitolina di Endless summer della quale tra l’altro parlavamo nell’articolo precedente, che per l’occasione prende il titolo di “Resto a Roma (me conviene)

A dimostrazione di quello che è stato il successo dello scorso anno e di quanto si punti su questa nuova canzone, nel video che l’accompagna  c’è la partecipazione straordinaria di Carlo Verdone.

L’attore e resgista romano impersona Enzo, in due apparizioni all’inizio e alla fine del video, il “piacone” del film Un sacco bello del 1980, perennemente in cerca di compagnia (con scarso successo) per un viaggio “avventuroso”.

Ancora una volta lo staff di Radio Globo segue la scia dei successi internazionali per creare le sue, alla luce dei fatti, riuscite parodie sfruttando a pieno l’enorme potenzialità di Youtube per la loro diffusione.

A voi giudicare la riuscita dell’esperimento che vale se non altro per la partecipazione del mitico Verdone.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: