Il mondo attraverso i miei occhi

Sicurezza prima di tutto


Putroppo ancora una volta rimango sconvolto dall’ignoranza che ancora alberga tra la mia gente. Ignoranza non in senso dispregiativo s’intenda, ma nel senso letterale d’ignorare, non conoscere qualcosa, in questo caso il pericolo.

Lo spunto mi viene dato dalla semplice osservazione che da quando sono via e ritorno a casa, si è fatta sempre più attenta e critica riuscendo ad ottenere uno sguardo relativo (rispolvero i miei studi di antropologia!) verso ciò che mi circonda.

Ma l’argomento di oggi è ben più semplice ed immediato, non temete, riguarda l’uso delle cinture di sicurezza e dei dispositivi di protezione per bambini in auto.

E’ possibile che nel 2012 dopo anni di campagne pubblicitarie, telegiornali, internet, video shock e chi più ne ha più ne metta, sento ancora alcuni fare dei discorsi tipo: “Ma che la metto a fare la cintura? Tanto giro solo per la città.” Vorrei ricordare che è proprio in città dove accadono la maggior parte degli incidenti stradali e che la cintura è utile soprattutto in città dove anche i  microtamponamenti possono causare gravi danni.

Avete mai provato a urtare contro un palo mentre state camminando distratti? L’effetto non è piacevole e state camminando al massimo a 3km/h; pensate a battere la testa contro il parabrezza a 30km/h?

Ed ecco che entra in gioco la cintura che in autostrada, con le alte velocità serve ma spesso  salva la vita solo in abbinamento all’airbag. Non parliamo poi dell’uso delle cinture di sicurezza posteriori, utopia per chi non ha a cuore la propria testa ed è innamorato delle lesioni all’addome e al torace.

Altro discorso sulla sicurezza dei bambini trasportati in auto. Su questo punto non riesco a capire come si faccia a dire di amare i propri figli quando li si espone a pericoli del genere. Forse non tutti hanno visto e probabilmente saberre meglio vedessero, i video su youtube dei crash test dei bambini non assicurati nei seggiolini. Non c’è certo bisogno di correre la Parigi-Dakar per procurargli danni gravi, basta la solita tanto amata passeggiata in città. Il codice della strada (art.172, rispolveratelo!) prevede che i passeggeri di età inferiore ai 12 anni e di altezza inferiore a 1,50 m siano agganciati a un sistema di ritenuta omologato, adatto al loro peso e alla loro statura. Quindi nessuna giustificazione per bambini sui sedili davanti, in braccio, seduti dietro gambe all’aria, che si reggono al poggiatesta, che sbirciano tra i sedili anteriori, ecc., ecc., tutto fuori legge e che mette seriamente a repentaglio la vita dei più piccoli (fino a 12 anni o meno di 1,50 metri di altezza). Ricordatelo!

Ad una scena da guinness dei primati ho assistito l’hanno scorso quando una signora aveva il coraggio di guidare senza cintura, con un bambino tra le gambe, in una mano il cellulare e nell’altra la sigaretta. Vi giuro che è tutto vero e non so a quanti quella scena abbia colpito quanto me. Probabilmente, e i miei concittadini non me ne vogliano, molte cose sono entrate ormai nel quotidiano e vengono considerate la norma senza, in pratica, fare più nessun effetto.

La sicurezza non è una cosa da liquidare con una risata e non si deve pensare che gli incidenti capitino solo agli altri, “Meglio prevenire che curare” recitava un vecchio adagio di una pubblicità, e quando tutto questo può mettere a repentaglio la salute e la vita nostra e dei nostri figli, allora non c’è davvero niente più da scherzare.

Meditate gente…meditate.

E questi per riflettere un po’:

Annunci

Lascia un Commento - L'indirizzo mail non apparirà

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: