Il mondo attraverso i miei occhi

La morte al concerto


Ancora una volta un evento di aggregazione, di gioia, di musica si trasforma nel teatro di una tragedia, ancora una volta purtroppo. Questo volta è toccato a Matteo Armellini, un operaio romano di 31 anni, un rigger (colui che si occupa del montaggio della struttura di un palco) impegnato nella preparazione del palco del concerto di Laura Pausini a Reggio Calabria che doveva tenersi questa sera al Palacalafiore, il palasport della città calabrese.

Il giovane, intorno alle 2 di questa notte era impegnato insieme ad altri quattro colleghi nel fissaggio di alcune apparecchiature di scena quando la struttura che le doveva reggere è crollata facendoli precipitare da un’altezza di 15 metri. I soccorsi sono stati immediti ma per Matteo, probabilmente morto sul colpo, non c’è stato nulla da fare; feriti gli altri operai.

L’incidente avviene a distanza di tre mesi da quello che ha visto morire pressochè allo stesso modo Francesco Pinna di 20 anni, un altro operaio che stava allestendo il palco del concerto di Jovanotti a Trieste.

Il concerto è stato ovviamente annullato e Laura Pausini sul suo sito gli ha prontamente dedicato un saluto. “Il nostro lutto è totale. E’ devastante” dice la cantante su Facebook in una lettera aperta al giovane. Sulla rete sono abbondati messaggi di cordoglio per il giovane e su Twitter Jovanotti, coinvolto nel precedente incidente, ne approfitta per chiedersi se non sia il caso di capire cosa debba cambiare affinchè tali incidenti non capitino più.

Certo due eventi dello stesso tipo ad una distanza così ravvicinata fanno pensare e mi fanno chiedere se vengano rispettate tutte le norme di sicurezza o si abbia cura della professionalità delle persone che lavorano in questo settore. Le indagini della procura sveleranno quali siano state le cause nel collasso della struttura (si parla anche del cedimento del parquè del palasport) ma resta il fatto che un altro giovane, magari per mille euro al mese è morto in un battito di ciglio mentre faceva il suo lavoro.

Meditate gente…meditate.

Annunci

Commenti su: "La morte al concerto" (1)

  1. Cosimo ha detto:

    Mi avvicino ai…60….e nella vita ho fatto un pò di tutto….dal Sottufficiale di Marina a….quello che Tu ben sa caro Luigi..faccio adesso.Inutile negarlo…ogni qual volta ci accingiamo a fare un lavoro che ci “impone” di adottare delle misure di sicurezza…siamo tutti superficiali…Esempio banale ma concreto…Quando facciamo la giacenza delle UTI il sabato…”dovremmo”….indossare il caschetto di protezione..ma…ma…ma…ma…è scomodo, e per chi deve fare il giro del terminal a piedi…diventa anche molto fastidioso.Ognuno di noi dice, naturalmente…si ma se ci cade una UTI sulla testa il caschetto cosa fa ci salva?..certo che no….ma se dalla UTI cade un qualsiasi corpo contundente, che sia una pietra, un pezzo di metallo…una qualsiasi cosa…il caschetto attuterebbe il colpo.Durante la mia vita lavorativa ho fatto anche il carpentiere edile, e mi sono trovato spesso e volentieri a molti metri da terra per montare strutture..anche li la logica e il buon senso ci obbligava a delle misure di sicurezza che l’azienda ci imponeva ma…l’essere “legati” in sicurezza ci impediva di lavorare in scioltezza e per assurdo ci impediva di lavorare bene..allora?…semplice..niente cintura di sicurezza…!!!!.Ho anche fatto il musicista e ho assistito al montaggio di quelle mega strutture che ti fanno sognare solo a vederle, e vi assicuro….che quei ragazzi/scimmia….si avete letto bene…ragazzi/scimmia…sono dotati di una agilità incredibile nel passare attraverso ponteggi e impalcature..senza contare un fattore molto importante…il tempo che hanno a disposizione..sempre poco e sempre di corsa..e vi assicuro che con una cintura di sicurezza legata alla vita….fare quel lavoro è abbastanza difficile.

Lascia un Commento - L'indirizzo mail non apparirà

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: