Il mondo attraverso i miei occhi

Mezzo busto


Oggi la giornata è stata uggiosa, pioggia tutto il giorno e non ho potuto ripetere la passeggiata di ieri pomeriggio. Sapete quando hai voglia di  camminare, senza avere nessun motivo in particolare, solo per fare quattro passi. Beh, ieri mi è capitato proprio questo e ne ho approfittato per fare un giretto in centro. In realtà ieri c’erano già tutti i segnali metereologici di quella che sarebbe stata la giornata di oggi, e piovigginava a tratti, ma non mi sono dato per vinto e sono sceso lo stesso. Devo dire di non essermene pentito e ho fatto una rilassante passeggiata accompagnato dal lento rumore della pioggia che ticchettava sull’ombrello. In effetti il centro di Busto era davvero tranquillo e ho incrociato poche persone, probabilmente solo quelle davvero impegnate e quelle che avevano la pazienza di fare il balletto dell’aprire e chiudere l’ombrello. Però devo dire che mi è piaciuto, camminare col freddo mi da più soddisfazione, mi tonifica e asseconda quel po’ di malinconia che mi porto dietro caratterialmente. Ho fatto un po’ il turista, soffermandomi sui particolari: le case abbandonate nei vicoli, le vecchie insegne sbiadite, i piccoli balconi dei palazzi d’epoca. Insomma me la sono goduta così, piano piano, senza fretta, mentre la sera scendeva. È strano come spesso, distratto da altro non noti tante cose, hai una visione parziale di quello che ti circonda, una visione a mezzo busto direi.

Nulla di particolare, cose semplici che però alle volte bastano a darti quell’attimo di relax all’aperto che spesso cerchi senza riuscire a trovare. Oggi volevo bissare ma il tempo non è stato clemente e ho dovuto rimandare ma ripeterò l’esperienza sicuro di scoprire novità dove pensavo di conoscere tutto.

Annunci

Commenti su: "Mezzo busto" (1)

  1. CosimoMimmo ha detto:

    Nel 1974….Ero un Sottufficiale di Marina di stanza a Roma, prestavo servizio alla Segreteria Generale della Difesa, e per ovvi motivi che non sto qui a spiegarvi per motivi di riservatezza, ero obbligato a “vestire” l’abito borghese e non la divisa, ragion per cui non risiedevo in un Distaccamento della Marina ma in quello dell’Esercito.Per andare dalla mia residenza al mio posto di lavoro, ogni giorno fra andata e ritorno mi “sorbivo” circa 4 kilometri…a piedi…e vi assicuro che con i miei orari di ufficio e con il traffico di quelle ore…impiegavo pochissimo tempo.A Roma ci sono stato 6 mesi, e per 6 mesi ho sempre fatto quella strada..e vi assicuro che ogni giorno…scoprivo cose nuove in quel tragitto…specialmente alla fine della giornata lavorativa…quando la fretta fa posto al passo piu lento e rilassato e i tuoi occhi hanno modo di posarsi sulle cose belle che ti circondano.

Lascia un Commento - L'indirizzo mail non apparirà

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: